Mamma mi annoio! Meno male figlia mia!

Ogni volta che le mie figlie mi dicono “mamma mi annoio!” dentro di me penso “meno male figlia mia!”

Si perché la noia è spesso vista come una cosa negativa, in realtà la noia è un grande stimolo per la mente di adulti e bambini, ragioniamoci insieme in questo articolo.

Perché annoiarsi è una cosa positiva?

Annoiarsi è positivo perché ci permette di sviluppare fantasia e creatività
annoiarsi è una cosa positiva

Siamo abituate ad essere sempre affaccendate, dobbiamo per forza avere qualcosa da fare. Questo arriva probabilmente dal nostro background, avere il tempo per annoiarsi vuol dire avere una vita vuota. Spesso le persone con pochi impegni vengono additate in modo negativo “eh si ma quella non ha niente da fare”.

Ma non è così che dovremmo valutare la noia, la noia è una cosa positiva. Primo perché avere tempo è sinonimo di aver pianificato bene le nostre giornate e portato a termine tutti i nostri compiti, ne abbiamo parlato in questo articolo. Il secondo motivo è che la noia ha la capacità di stimolare la nostra mente.

Quando ci annoiamo, significa che abbiamo la mente libera e se abbiamo la mente libera possiamo sognare, fissare obiettivi, è sufficiente chiederci “cosa mi piacerebbe davvero fare adesso?” e lasciar correre la nostra fantasia.

La stessa cosa vale per i nostri bambini, annoiarsi non è un problema, certo più sono piccoli più sarà nostro compito stimolarli, dargli spunti, ma lasciamoli anche liberi di inventare nuovi giochi, di sognare, di far volare la loro di fantasia non solo la nostra.

I nostri bambini non sono abituati ad annoiarsi

Mamma mi annoio! I nostri figli non sono abituati ad annoiarsi
Mamma mi annoio!

Eh si i nostri bambini non sono proprio abituati ad annoiarsi, perché? Perché molto spesso sono oberati di attività di cui noi li sommergiamo.

Non è un segreto che i bambini del nostro millennio sono i bambini più impegnati che ci siano mai stati.

Basta pensare a tutte le attività, gli sport, che fin da piccoli gli facciamo frequentare, corsi di lingue, laboratori, sport a cui poi va aggiunta la scuola, per alcuni il catechismo e potete continuare voi la lista.

Perché succede questo? A volte perché siamo noi i primi ad essere super impegnati e quindi cerchiamo qualcosa che impegni loro piuttosto che lasciarli con nonni o baby sitter. Altre volte lo facciamo perché, diciamocelo, non vogliamo passare le giornate a inventarci giochi sempre diversi.

Il punto è proprio questo care mamme, se noi li abbiamo abituati sin da piccoli che non si possono annoiare, che ci siamo sempre noi a giocare e a inventare giochi, loro non sanno farlo da soli.

Spessissimo leggo mamme chiedere ad altre mamme come fanno o lamentarsi perché i figli non giocano da soli e sono esauste, la chiave sta proprio nel abituarli, diamogli qualche idea, diamogli degli strumenti ma poi lasciamoli fare da soli.

Come gestire la noia dei bambini?

Mamma mi annoio! Come gestire la noia dei bambini?
come gestire la noia dei bambini?

Mamma mi annoio! E noi cosa possiamo fare? Ci sono tante cose che possiamo fare, ma dipende un po’ dal contesto in cui siamo. Siamo in appartamento? Abbiamo un giardino? Siamo in città, in paese, in montagna? Dipende molto anche dall’età dei nostri bimbi.

Se i bambini sono piccoli ad esempio non dobbiamo mai farci mancare materiale da disegno, forbici e colla, cartoncini colorati, plastilina. Se invece i bambini sono un pochino più grandi possiamo stimolarli a leggere, fumetti o libri adatti alla loro età, il disegno non è disdegnato anche dai più grandi, mia figlia ha dieci anni e passa ore a disegnare.

Quando abbiamo tempo, e voglia, possiamo fare con loro i biscotti, possiamo coinvolgerli nelle faccende di casa, se mettiamo tutto sotto forma di gioco si divertiranno anche loro

Possiamo proporgli di dipingere, ho trovato su Amazon delle semplici tele che sono diventate delle bellissime espressioni di creatività delle mie bambine.

Bambini e strumenti elettronici

Mamma mi annoio! Bambini e strumenti elettronici non c'è giusto o sbagliato c'è il giusto equilibrio
Bambini e strumenti elettronici

Anche lasciarli giocare con gli strumenti elettronici non è un male, tutto nella giusta misura ovviamente e con il giusto controllo. E’ un discorso molto complesso e non sarò io a dirvi se è giusto o sbagliato farglieli utilizzare. Sicuramente ci sono pareri contrastanti, come per ogni cosa c’è chi è a favore e chi è contro. Il mio parere personale è che internet, Cellulari e giochi vari sono parte integrante della nostra società, probabilmente tu in questo momento stai leggendo il mio articolo da uno smartphone, le mie figlie a scuola usano l’Ipad e varie App a scuola già dalla prima elementare.

Non è possibile perciò, a mio parere, escluderli totalmente da questo mondo, quello che certamente possiamo fare è limitarne il tempo di utilizzo, controllare quali sono i giochi e le App che utilizzano, rapportando sempre il tutto alla loro età.

Ma anche questi possono diventare degli ottimi strumenti, mia figlia ad esempio, grazie a dei tutorial trovati online, ha imparato tecniche di disegno che l’hanno aiutata a sviluppare quello che oggi è un suo grande talento.

Quello che possiamo fare con i nostri figli e per i nostri figli è veramente tantissimo, impariamo a lasciarli liberi di esprimersi, di tirare fuori tutta la loro creatività, la loro fantasia, cresceremo degli adulti migliori, e se per un po’ la nostra casa sarà in disordine pazienza.

Care mamme la noia non è un male, dalla noia nascono le idee migliori, vengono fuori i talenti, e insieme si fanno le risate migliori e i giochi più belli. I nostri figli non ci chiederanno di giocare per sempre, in un attimo saranno grandi e non ce ne saremo nemmeno accorte. Godiamoceli e impariamo ad annoiarci con loro!

Con affetto

Keren

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.